Osteopatia per lo Sport

Praticare uno Sport non è soltanto sinonimo
di un corretto stile di vita, bensì anche
una passione. Per la cura o la prevenzione
l’ Osteopatia è accanto a ogni sportivo.

Con il termine “sportivo” non si intende, in questa sede, solo l’atleta professionista ad alti livelli ma anche chi pratica una semplice attività motoria a livelli amatoriali.

Questo sia per quanto riguarda il mantenimento di una condizione meccanica eccellente, fattore indispensabile allo svolgimento di qualsiasi attività motoria, sia in relazione alla dinamica di eventuali traumi che sono sempre piuttosto specifici, per ogni singolo sport.

L’esperienza pratica ha dimostrato come lo sportivo per migliorare la propria prestazione  cerchi un sostegno sia preventivo di preparazione alla competizione sia un aiuto nel recupero dopo un trauma con conseguente riduzione delle sue capacità fisiche.

Capita infatti frequentemente che quando un atleta presenti problemi, essi vengano attribuiti all’ attività stessa.

Ciò rappresenta una visione parzialmente distorta della realtà, nel senso che una struttura meccanica perfettamente funzionante può in realtà sopportare un impegno muscolare importante o un carico gravoso in maniera assolutamente fisiologica.

Cioè se un atleta dispone di un apparato muscolo scheletrico in perfetto equilibrio, allora è in grado di sopportare sforzi anche di grande entità.

Al contrario se sono presenti disfunzioni, gesti anche minimi o carichi non eccessivi possono essere fonte di problemi.

 

Nel caso di una disfunzione dell’ equilibrio funzionale si osserva un’ influenza del Sistema Tonico Posturale, infatti quest’ ultimo per poter integrare in modo corretto i riflessi posturali deve poter ricevere correttamente le informazioni che gli arrivano dalla  bocca, dagli occhi dagli organi dell’ equilibrio ecc.. Quando uno o più di questi recettori inviano segnali disturbati,  il Sistema Tonico Posturale non riceve più informazioni sufficientemente pulite per integrare correttamente i riflessi posturali, l`equilibrio e la postura

 

Le conseguenze in questo caso risultano comportare un maggior impegno articolare e muscolare che andrà ad influenzare il gesto atletico.

Per questo gli sport,  come il calcio, richiedono una condizione meccanica e muscolare ottimale.

Le disfunzioni osteopatiche possono andare a limitare notevolmente le capacità atletiche del giocatore sia in termini meccanici che neurovegetativi, in riferimento alla circolazione e  alla respirazione.

In effetti l’attività calcistica richiede innanzitutto buoni requisiti di tipo muscoloarticolare e in seguito una buona resistenza alla fatica.

Le  disfunzioni osteopatiche possono colpire la funzionalità non solo della meccanica articolare ma anche dei sistemi autonomi, neurovegetativi, causando tutta una serie di problemi sistemici come deficit di forza, deficit di coordinazione, difficoltà respiratorie, ecc…  Pertanto una visita osteopatica è assolutamente consigliata al giocatore, in età evolutiva,  sia per risolvere problematiche acute che in senso preventivo stretto.

 

 

 

VALUTAZIONE PREVENTIVA

 

ANAMNESI:

  • Raccolta dati
  • Bilancio visivo

 

PARAMETRI PRESI IN CONSIDERAZIONE:

  • Valutazione osteo – articolare aaii  aass
  • Valutazione osteo –  articolare colonna vertebrale
  • Valutazione gabbia toracica
  • Valutazione osteo articolare bacino
  • Valutazione influenza tensioni  viscerali e postura
  • Valutazione influenza bocca e postura
  • Valutazione influenza  occhi e postura

Richiedi un Appuntamento

Visualizza tutti i nostri servizi